3 passaggi e oplà, armadio pronto

Forse non tutti hanno uno scheletro nell’armadio, ma sicuramente ognuno di noi ha qualche maglia imbarazzante che non usa da decenni, un cappotto che non indosserebbe più nemmeno a carnevale o un paio di scarpe da tortura. Gli armadi contengono tutti i diversi periodi e aspetti della nostra vita: i vestiti che usiamo per il lavoro, quelli da cerimonia, quelli per uscire con gli amici, l’abbigliamento per lo sport o gli abiti da cui non vogliamo separarci perché ci ricordano il primo appuntamento o il primo colloquio… Abbiamo così tante cose di cui tenere traccia che diventa necessario avere un sistema organizzato e affidabile che ci supporti.

Una volta deciso di buttarci nella titanica impresa di sistemare gli armadi, ci sono alcuni passi da compiere per impostare un ordine e un’organizzazione che durino nel tempo. Ecco i consigli Helpling per riordinare gli armadi in 3 facili passi!

1. Valuta i vestiti

Focalizza la tua attenzione su ciò che vuoi tenere piuttosto che su cosa vuoi buttare. Struttura un sistema di valutazione dei vestiti e ricorda: se un capo è solo “così così”, forse non vale la pena sacrificare dello spazio per conservarlo. Decidi di tenere solo ciò che ti piace veramente.

Scegli solo i capi che indossi volentieri e per i quali, magari, hai anche ricevuto i complimenti. Può darsi che tu abbia nell’armadio capi che ti piacciono, ma non metti volentieri perché non ti senti a tuo agio quando li indossi. Perché tenerli se rimangono inutilizzati?

scegliere vestiti

  • Succede che alcuni capi siano scomodi da indossare, perché troppo stretti, troppo larghi, creano allergia o prurito, graffiano o pizzicano. Se per qualsiasi ragione l’abito è fastidioso, è inutile accanirsi: eliminiamolo e facciamo spazio a vestiti che siano comodi e ci calzino a pennello.
  • I capi che hai nell’armadio danno di te l’immagine che vuoi dare? Non ha senso conservare vestiti che non portiamo mai perché non riflettono come siamo fatti: scegliamo quello che rispecchia la nostra personalità, anche se magari non è di tendenza, perché ci fara stare meglio sia con noi stessi sia con gli altri.
  • Il desiderio di conservare uno o due capi per ricordo è comprensibilissimo, ma averne troppi diventa un inutile spreco di spazio occupato e di energia per metterli a posto. Lo stesso vale per quel vestito per cui hai speso una fortuna e che non hai mai messo: tenendolo chiuso nell’armadio non ammortizzi la spesa, anzi!

Fare il bucato

Insomma, diciamolo chiaramente: in tutti questi anni hai tenuto quella gonna, quella camicia e quelle scarpe perché “un giorno forse le indosserò“, ma… quando sarà quel giorno? Le mode passano, il tuo fisico cambia, anche il tuo stile subisce dei mutamenti. La possibilità che torni ad indossare un vestito che non hai mai portato negli ultimi 12 mesi è estremamente remota. Sii sincero con te stesso e… elimina il superfluo.

2. Analizza gli spazi

Prima di comprare nuovi accessori per fare ordine (scatole, cestini, attaccapanni…) ti consigliamo di investire del tempo nell’analisi degli spazi che hai a disposizione, in modo da scegliere le opzioni giuste per riorganizzarli in maniera efficiente.

lista-della-spesa

Con l’armadio completamente sgombro, misura lo spazio a disposizione e considera tutte le possibili modifiche a livello di ripiani e barre appendiabiti, in modo da garantirti l’utilizzo completo di ogni spazio. A questo punto, disegna un piccolo progetto su un foglio, proprio come farebbe un architetto.

Fatto questo, puoi cominciare a pensare in maniera creativa: hai già qualcosa in casa che può essere usato per sfruttare al meglio lo spazio negli armadi? Pensa a ganci, scaffali, cestini e valuta se possono rientrare nel tuo progetto. Prima di acquistare cose nuove, cerca di riutilizzare quello che hai già, così dovrai comprare solo ciò che è davvero necessario.

Riordinare con scatole

Cerca di scegliere gli accesori più resistenti all’uso quotidiano: è meglio spendere qualcosa in più, ma avere la sicurezza di mettere a punto un “sistema” che sarà veramente efficace e renderà più facile mantenere l’ordine proprio come vuoi tu.

3. Organizza l’armadio

armadio ordinato

A questo punto puoi cominciare a rimettere tutto al proprio posto in un modo che abbia davvero senso per te e per l’utilizzo dei capi. Sfrutta al meglio tutto lo spazio a disposizione e cerca anche di renderlo più bello giocando sui colori e i materiali dei contenitori e sull’organizzazione dei singoli settori. In questo modo sarà l’armadio stesso a motivarti a mantenerlo sempre in ordine e funzionale!

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *